Tecnologie affettive/Scheda

Da mauriziotorchio.

< Tecnologie affettive

In questo libro quanto più una cosa è umana, tanto meno naturalmente accade.

Gli umani di questo libro per nascere, morire, amare, diventare adulti, devono ricorrere a degli artifici.

Per sopravvivere in un ambiente gelido inventano cooperative degli affetti, marmellate di baci, cani, autisti, idoli fotocopiati, donne proiettate, bevande effervescenti.

Molti degli umani di questo libro sono spietati perché affaticati. Perché alla nascita sono i più inermi, e i più nudi, e i più sprovveduti di tutti gli animali. Si strappano le cose, gli affetti e i ricordi di mano tra generazioni, tra classi, tra sessi. Chi ha potere lo usa senza risparmio.

Gli umani di questo libro non bramano la virtualità del cyberspazio, le identità multiple. Hanno nostalgia dell’industria come di qualcosa di solido, monotono, abbondante. Simulano, ma per mancanza di meglio.

Se una realtà, anche una sola, funzionasse, gli umani di questo libro sarebbero felici di tenersi quella.


2004
Indicativo presente
Sironi
pp. 160
ISBN: 9788851800437 (Trova il libro)


Cattivi600.jpg
Piccoli animali.jpg
Tecnologie affettive.jpg
Votate 2.jpg
Maurizio Torchio 1.jpg