Tecnologie affettive/Sei racconti di micidiale intelligenza

Da mauriziotorchio.

< Tecnologie affettive
Enrico Remmert. Rolling Stone, 1 marzo 2005.
C’è chi sostiene che un editore dovrebbe pubblicare un libro solo se risponde ad almeno uno di questi requisiti: a) fa pensare; b) distrae; c) è una bella storia; d) propone un nuovo punto di vista.

Lode dunque alla Sironi e a Giulio Mozzi per questo libro dell’esordiente (ma non del tutto) Maurizio Torchio, che sembra rispondere a tutti e quattro i requisiti. Tecnologie affettive raccoglie sei racconti di micidiale intelligenza tra i quali spiccano per originalità Dune – il cui titolo non allude alla saga del piantea Arrakis di Frank Herbert bensì alle chiappe femminili – e Al fiocco nero; e qui la definizione “humor nero” non basta neanche lontanamente a descriverne la caustica complessività. Ma tutto il libro è di altissimo livello: ben scritto, raffinato e divertente. Se ne sconsiglia la lettura a chi pensa che la realtà funzioni.

Cattivi600.jpg
Piccoli animali.jpg
Tecnologie affettive.jpg
Votate 2.jpg
Maurizio Torchio 1.jpg